Enogastronomia Barbaricina: i piatti tipici

Prodotti tipici della Barbagia

La vera cucina tradizionale sarda

 

Immaginate di sedervi a tavola e gustare la cucina di un tempo, quella semplice e fatta con prodotti genuini, magari a km zero, e non solo di assaporare tutto questo in un ambiente accogliente dove il cibo è davvero un momento di piacere e convivialità.

Se volete vivere un’esperienza culinaria autentica, la Sardegna Centrale, ovvero il territorio chiamato Barbagia vi offrirà tutto questo.
Ma quali sono i piatti che riflettono più di tutti la tradizione enogastronomica barbaricina?
Ecco i piatti e prodotti da non perdere:

Antipasti: iniziamo col dire che grande tradizione è un bel tagliere di prosciutti, salsicce di cinghiale e formaggi, dai pecorini alla ricotta, come Sa Frue, una ricotta leggermente acidula e salata. A prescindere da un pranzo o da una cena, si può gustare come spuntino, il cosiddetto su smurzu dei pastori.

 

Primi: un piatto tipico e davvero nutriente, è su pani frattau, fatto col pane carasau disposto in strati conditi con sugo e formaggio pecorino, con sopra uovo. Buonissimi anche i sos maccarrones cravaos, ovvero i gnocchetti sardi ma ottenuti schiacciando la pasta su una superficie bucherellata, o ancora i macarrones de busa, una sorta di bucatini, o i sos maccarrones furriaos, gnocchetto conditi con formaggio fuso e semola.

 

Secondi: tra i secondi, ovviamente il re della cucina barbaricina, è il maialetto cotto allo spiedo. Ma vi consigliamo di provare la pecora lessata con patate e cipolle, o la coratella, ovvero le interiora cotte in tegame, o sa cordedda,fatta sempre con le interiora.

 

Dolci: i dolci sono delle vere opere d’arte, bellissimi nell’aspetto. Sa sebada è il dolce più diffuso. Si tratta di un dico di pasta sottile e ripeino con formaggio filante, fritto e gustato con zucchero o miele. A Fonni sono diffusi i savoiardi, ovvero una variante sarda degli omonimi biscotti. Sos papassinos, rombi di pasta con frutta secca, e a carnevale diffusi sono i sas orillettas, strisce di pasta di farina e uova, fritte e cosparse di miele.

Ovviamente il tutto sarà gustato con un buon Cannonau.

 

 

foto di:

Cristiano Cani