5 Cose da non perdere in Barbagia

Cuore della Sardegna, 1.300 km² di montagne, territori aspri e incontaminati, dal Gennargentu al Supramonte, dal Nuorese sino a Bitti. La Barbagia rappresenta la Sardegna più autentica, non si può dire quindi di aver visto l’isola se non si è fatta tappa nel suo entroterra.

Un territorio vasto che comprende numerosi paesini, come Gavoi, Ollolai, Mamoiada, Oliena, Fonni e Orgosolo, dove il capitale umano e ambientale è rimasto intatto.

Ma in un territorio che offre così tanto da un punto di vista storico e ambientale, quali sono le cose da visitare assolutamente e non perdere in Barbagia? Noi abbiamo selezionato 5 attrazioni barbaricine.

1- Canyon su Gorroppu

La Gola di Su Gorroppu è un canyon, il più profondo d’Europa, situato tra i comuni di Urzulei e Orgosolo. Lunga 1,5 km e profonda 500., la Gola è davvero un capolavoro della natura. Un chilometro di camminata in mezzo ad un paesaggio lunare.

 

2- Supramonte e le sorgenti di Su Gologone

Le Sorgenti di Su Gologone si trovano all’interno di un parco diincredibile interesse naturalistico dove oter trascorrere una giornata in completo relax. Le sorgenti di su Gologone sono situate ai piedi del Monte Uddè, nel Supramonte di Oliena. Si tratta di una sorgente carsica che si presenta come un piccolo lago incastonato tra rocce dolomitiche, dove l’acqua assume incredibili colori che vanno dal verde smeraldo al turchese

 

3- Murales di Orgosolo

Orgosolo, uno dei centri più famosi della Barbagia, è nota soprattutto per i suoi murales che illustrano i principali avvenimenti storici e culturali italiani e internazionali. Il primo murales fu realizzato nel 1969 da un gruppo di giovani milanesi, firmato “Dioniso”.

 

4- Grotta di Ispinigoli

La Grotta di Ispinigoli si trova nel territorio di Dorgali. Si tratta di una grotta carsica con al suo interno una colonna stalagmitica alta circa 38 metri.

 

5- Il Museo e Casa di Grazia Deledda

Situato nel centro di Nuoro, il Museo di Grazia Deledda non è altro che la casa natale del scrittrice premio nobel alla letteratura. Vi aiuterà ripercorrere le atmosfere dei romanzi della grande scrittrice e della Barbagia della fine dell’Ottocento.

 

foto di:
Pieter Ter Kuile www.flickr.com/photos/terkuile/